Bollette della luce: ecco quanto dovremmo pagare per gli utenti morosi

bollette della luce ecco quanto dovremo pagare per gli utenti morosi

L’Aegsi ha emesso una delibera che prevede il recupero delle morosità derivate dalle bollette della luce nono pagate, a carico di tutta la collettività.

L’Aegsi, l’Autorità di vigilanza sul mercato dell’energia elettrica, il gas e i servizi idrici ha emesso una delibera che ha sollevato non poche polemiche soprattutto da parte di alcune associazioni a tutela dei consumatori.
L’autorità,  ha deciso di suddividere sull’intera collettività dei contribuenti, almeno inizialmente, una parte degli oneri generali non pagati dagli utenti morosi. Per ora l’importo dovrebbe aggirarsi intorno ai 200 milioni di euro. Ma se si considera che il montante complessivo delle fatture elettriche non pagate si attesta sul miliardo di euro si capisce bene come, questo sia solo un primo assaggio.

Ma come mai vi è la necessità di recuperare il più presto possibile tali oneri?

A dare una dettagliata spiegazione è  Altroconsumo:

<<Quando un cliente non paga la bolletta elettrica non genera solo un buco nelle finanze del suo fornitore, ma provoca un danno anche al distributore che ha già anticipato di tasca sua gli oneri di sistema alla CSEA e al GSE, oneri che spettano, però, al cliente. La delibera mette in piedi un meccanismo per restituire ai distributori una quota degli oneri che hanno già versato, ma che non potranno mai più incassare dai fornitori diventati insolventi perché in sofferenza economica (magari dovuta a vari motivi, tra cui la morosità dei loro clienti finali).>>

Cosa sono questi oneri di sistema?

<<Gli oneri di sistema sono una voce di costo che copre tutte le spese che servono per mantenere in equilibrio il servizio elettrico o del gas e comprende, tra gli altri, anche l’importo pagato da ogni singolo consumatore per finanziare la produzione di energia da fonti rinnovabili.>>

Insomma un massacro di voci da retribuire lautamente che ricalca lo schema delle accise sulla benzina, dove c’è ancora un contributo per la guerra d’Abissinia del 1934. Come specificato da Altroconsumo, gli oneri di sistema devono sempre essere pagati dai distributori di energia elettrica all’Autorità che li ha decisi. Anche sulle bollette non pagate. E’ proprio per questo che i distributori sono in difficoltà.

L’Autorità  ha quindi autorizzato l’inserimento di una nuova voce sulle bollette: si tratta di un contributo che pagheranno tutte le famiglie italiane a copertura degli scoperti lasciati dai morosi, ripartizionando tra gli utenti gli oneri generali di sistema non pagati dai morosi. Il fenomeno dei mancati pagamenti della bolletta della luce viene così spalmato su tutti i consumatori che, in questo modo, pagheranno il conto di chi evade la corrente.

Quanto dovremmo pagare in più sulla bolletta della luce per gli utenti morosi?

Ancora non è chiaro quando e di quanto  aumenterà la bolletta della luce, ne se i crediti da recuperare verranno richiesti in una sola soluzione o suddivisi in più bollette come il canone Rai, ma è possibile fare una stima approssimativa.

Come sopra riportato il recupero iniziale di crediti si aggira intorno ai 200 milioni di €, considerando che in Italia ci sono circa 20 milioni di utenze elettriche di tipo domestico e aziendale, la prima trance di recupero si aggirerebbe intorno ai 10€ a famiglia.
Ma questo, come già detto è solo un primo assaggio…
Ammesso si volesse recuperare l’intero miliardo di euro, che è  il montante complessivo delle fatture elettriche non pagate, il costo per ogni famiglia si aggirerebbe intorno ai 50 €.

Condividi su


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
Loading...
DISCLAIMER
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. LEGGI DI PIU'
COOKIE POLICY
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca quì
INFORMATIVA SULLA PRIVACY
Privacy Policy
CONTATTACI
Desideri inviarci una segnalazione? Contattaci su [email protected]