I piani dell’ UE e della Germania sull’ IMMIGRAZIONE SELETTIVA”! Ecco le prove.Leggi


Immigrazione

Era il 23 febbraio 2007. Franco Frattini era vice-presidente della Commissione Europea (il vero governo della UE, composta da non eletti) nonché Commissario responsabile per la Giustizia, la Libertà e la Sicurezza dal novembre 2004.

Quel giorno venne invitato dalla London School of Economics and Political Science, per una lezione sul Futuro dell’ Europa. In quell’occasione, disse cose che tagliano la testa al toro sui veri obiettivi degli euroburocrati circa il ruolo dei migranti nel nostro futuro demografico. Ecco un sunto delle sue parole.

“La povertà deve essere contrastata, guidata e convertita in ricchezza. Questo a sua volta riflette il bisogno che l’ Europa ha di immigrazione selettiva per continuare il suo sviluppo economico e dimostrarsi all’ altezza della sfida della globalizzazione. L’ Unione Europea ha bisogno di immigrazione. Dobbiamo convertire un fenomeno (l’immigrazione clandestina) organizzato dai trafficanti e dai terroristi in una campagna orchestrata dai governi.

D’altro canto, un obiettivo chiave è una gestione migliore dell’immigrazione legale, con particolare attenzione ai bisogni dei diversi settori lavorativi degli Stati Membri. Questo comprende esplorare il potenziale dell’immigrazione per soddisfare qualunque bisogno di lavoro temporaneo e stagionale..
La Commissione Europea ha avuto un ruolo da pioniere in tutto questo
.
Dobbiamo sfruttare i collegamenti positivi che esistono tra l’immigrazione e lo sviluppo. Il controllo delle frontiere e la lotta all’immigrazione illegale deve essere parte di una strategia più ampia. Questo spiega perché sia gli stati membri che la UE mettano particolare enfasi sul bisogno di un approccio globale.”

Clicca su MI PIACE per seguirci su Facebook

Informazione Alternativa


” Dobbiamo preparare i potenziali migranti a fare una scelta consapevole: sceglieremo chi vogliamo portare qui. Ma dobbiamo anche pensare ad “essere scelti” a nostra volta e incoraggiare i potenziali migranti a diventare europei. Implementare un piano politico sull’ immigrazione legale sarà una priorità dei prossimi anni.”
ESATTO…E’ TUTTO UN PIANO

“Bisogna far diventare l’ Europa un vero e proprio magnete per immigrati altamente qualificati.
Dopo una frenata temporanea dovuta alla crisi, il resto è storia. Come l’apertura selettiva delle frontiere in Germania, con l’invito di Angela Merkel ai costruttori di auto di assumere i rifugiati siriani, o come le dichiarazioni della Repubblica Ceca circa l’assunzione di 5000 migranti nei propri gruppi industriali.”

Il dato più rilevante è che la Germania è diventata il secondo paese dell’OCSE con il più alto flusso di immigrazione, dopo gli Stati Uniti, superando il Regno Unito e il Canada (nel 2009 la Germania era all’ottavo posto). Il flusso verso la Germania ha due caratteristiche: è “permanente”, composto cioè da persone cioè che si stabiliscono lì dopo aver acquisito il diritto di soggiorno permanente, e “altamente qualificato”: così in fatti l’OSCE definisce la quota maggiore di immigrati che si trasferisce in Germania.
AVETE CAPITO QUALE E’ IL SUO GIOCHETTO?
E’ TUTTA UNA STRATEGIA ARCHITETTATA A MESTIERE PER SCOPI BEN PRECISI.

Le parole dell’ex ministro degli esteri italiano, che testimoniano dei progetti della Commissione Europea molto tempo prima dell’attuale crisi siriana, sono rimaste a lungo nascoste in un pdf pubblicato nell’ archivio della London School of Economics.
Quanto detto all’Ex Ministro rappresenta la prova definitiva sulle intenzioni delle élite internazionali circa il modellamento attivo della composizione demografica della società nella quale vivranno i nostri figli.

FONTE ARTICOLO: www.byoblu.com

Condividi su

Seguici sui social


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
Loading...
DISCLAIMER
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. LEGGI DI PIU'
COOKIE POLICY
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca quì
INFORMATIVA SULLA PRIVACY
Privacy Policy
CONTATTACI
Desideri inviarci una segnalazione? Contattaci su [email protected]