Come risparmiare energia con lo scaldabagno elettrico

come risparmiare energia con lo scaldabagno elettrico

Ecco tutti i consigli di cui puoi aver bisogno per risparmiare in bolletta e ottimizzare al meglio gli usi dello scaldabagno elettrico (boiler).

Usare l’elettricità per riscaldare l’acqua da usare in bagno o in cucina è un sistema efficiente? Quanto consuma lo scaldabagno elettrico? Qui trovi tutti i consigli di cui puoi aver bisogno per risparmiare in bolletta e ottimizzare al meglio gli usi del boiler.

Quanto consuma lo scaldabagno elettrico?

Una famiglia standard di 3 persone, che scalda l’acqua con uno scaldabagno elettrico da 80 litri può consumare fino a 1400kWh all’anno (il che si traduce nel 40% circa dei consumi totali). La spesa è quindi molto alta e questo pesa negativamente sulla bolletta dell’energia elettrica.

 Quando accendere lo scaldabagno elettrico

Il boiler deve essere sempre acceso oppure è meglio attivarlo solo quando se ne ha bisogno?
Tra l’opzione “acceso 24h” e la strategia di attivare il boiler solo quando serve, dare una risposta definitiva è complicato. Infatti la soluzione migliore cambia a seconda delle tue abitudini di consumo. Inoltre, diversamente da altri elettrodomestici lo scaldabagno non è oggetto di catalogazione energetica, quindi non esistono delle classi che stabiliscono le sue prestazioni e i consumi.

Proviamo ad elencare alguni casi:

Se l’acqua calda viene usata sporadicamente e solo in determinate fasce orarie (ad esempio, al mattino presto e di sera), è preferibile tenere acceso lo scaldabagno solo quando serve: questo è il caso di famiglie composte da uno o due membri. In questo caso, può essere utile acquistare un apposito timer, che consenta di programmare l’accensione e lo spegnimento del dispositivo quando ne abbiamo la necessità.

Se invece la famiglia è molto numerosa sarà più efficiente e vantaggioso lasciare lo scaldabagno acceso le 24 ore della giornata, perché riscaldare l’acqua partendo dalla temperatura ambiente comporta un dispendio energetico inutile.

A che temperatura va regolato il boiler

Lo scaldabagno elettrico va regolato ad una temperatura che permetta di riscaldare l’acqua senza però sprecare inutilmente energia. A che temperatura dobbiamo quindi regolarlo?

  • 40°C per il periodo estivo
  • 60°C nelle stagioni invernali

Questa è la temperatura corretta per soddisfare il fabbisogno della famiglia, senza sprecare energia elettrica: seguendo questo semplice accorgimento potrai avere acqua calda a sufficienza per le tue esigenze e risparmiare anche qualcosina a fine mese. Per abbassare i consumi elettrici d’estate, è consigliato regolare il boiler alla temperatura giusta e posizionarlo il più vicino possibile agli elettrodomestici che da esso attingono acqua calda.

ATTENZIONE ALL’ISOLAMENTO TERMICO!

Evitate di posizionare lo scaldabagno elettrico vicino alla finestra o su una parete esterna dell’edificio oppure molto umida, in questo modo l’isolamento termico dello scaldabagno eviterà che l’ambiente esterno influisca sul suo funzionamento.

Leggi articolo integrale su Luce-Gas.it

Condividi su


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

DISCLAIMER
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. LEGGI DI PIU'
COOKIE POLICY
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca quì
INFORMATIVA SULLA PRIVACY
Privacy Policy
CONTATTACI
Desideri inviarci una segnalazione? Contattaci su [email protected]