Salvini riuscirà a prendere il potere assoluto? Ecco tutte le grane che potrebbe avere il capo del carroccio

Sia il voto anticipato che la maggioranza al centrodestra sono tutt’ altro che scontati. Potrebbero aprirsi vari scenari che rappresenteranno delle vere e proprie grane per la Lega.

(Foto: ilmessaggero.it)

Ormai è evidente, il Governo italiano cadrà questo mese, con buona pace e benedizione di tutti gli schieramenti politici che si sono battuti per far sì che ciò avvenisse.
Il capo politico della Lega Matteo Salvini ha deciso di voler capitalizzare il consenso elettorale di cui gode nei sondaggi, lanciandosi in un progetto molto ambizioso, cioè quello di presentarsi da solo alle elezioni, ottenere un plebiscito e governare con pieni poteri (come esplicitamente dichiarato in uno dei suoi ultimi comizi).
Se non dovesse riuscirci da solo può sempre contare in una alleanza post voto con gli altri partiti del centrodestra, in primis Fratelli D’italia, e, se dovesse essere necessario per il raggiungimento della maggioranza, anche con Forza Italia.
Insomma una “Lega piglia tutto” che dopo aver rosicchiato i consensi del Movimento 5 stelle si sgancia dal Governo, chiede le elezioni subito e tratta gli altri partiti minori di destra come zerbini in caso di bisogno.

Si può ben notare un Salvini sicuro di se stesso, determinato e fiducioso nel raggiungimento del suo obiettivo.
Se dovesse riuscirci senza alleanze, sarebbe un traguardo mai raggiunto prima da nessun partito nella storia della Repubblica. Salvini sembra sicuro, farà affidamento sugli italiani, sulla buona sorte, sul “cuore immacolato di Maria”, sul rosario che bacia ogni fine comizio, ma in realtà le cose non sono così scontate come sembrano, anzi potrebbero aprirsi scenari che rappresenterebbero delle vere e proprie grane per il leader del carroccio.

Tutti gli scenari che potrebbero ostacolare l’ascesa al potere di Salvini

Voto anticipato non garantito, anzi…

Ma siamo proprio sicuri che la nazione andrà al voto anticipato? Siamo sicuri che il Presidente Della Repubblica Mattarella accetterà la richiesta della Lega di votare entro il mese di ottobre? Questo scenario è altamente improbabile e vi spieghiamo il perchè.

La Lega ha aperto una crisi di governo in un periodo cruciale per il paese, dove in primis si deve assolutamente evitare lo scatto della clausola di salvaguardia che riguarda l’aumento dell’ Iva, cosa che sarebbe spettata al Ministero dell’ Economia e al ministro Tria. Considerato il fatto che, se tutto va secondo i piani salviniani si va al voto ad ottobre, il governo si insedierà a dicembre, e non ci sono i tempi tecnici per trovare le risorse per bloccare l’iva che passerà al 25% dal 1 gennaio 2020.

Detto questo è molto probabile che il Presidente Mattarella cerchi in primis di trovare una maggioranza che possa risolvere questo immenso problema prima del voto, in caso di fallimento provi ad instaurare un governo tecnico di transizione che si occuperà solo del blocco dell’ Iva.
Tutto ciò farebbe slittare la data delle elezioni, e non di poco.

Se aumenterà l’iva saranno guai seri per l’italia…e per la Lega

Nel caso in cui Il Presidente Mattarella non dovesse riuscire ne a trovare una maggioranza che fermi l’ Iva, ne a farsi approvare dalle forze politiche un governo di transizione per raggiungere lo scopo, allora si andrà sicuramente al voto, ma non ad ottobre, perchè per fare questo iter passerà del tempo.
Ragione per la quale la clausola di salvaguardia potrebbe scattare prima dell’ insediamento del nuovo governo, a campagna elettorale in corso.
Se accadrà ciò sarebbe devastante per le famiglie e per gli imprenditori, e con chi pensate che se la prenderanno gli italiani? Fatevi  due domande…..

Maggioranza al centrodestra non scontata, anzi……
Secondo gli ultimi sondaggi pare evidente che in caso di elezioni anticipate come primo partito risulterebbe la lega e come prima coalizione il centrodestra, ma il fatto che si possa raggiungere la maggioranza è tutt’altro che scontato.

Il primo scenario che potrebbe verificarsi è quello che abbiamo sopra descritto, se si verificasse l’aumento dell’ iva a campagna elettorale in corso potrebbe esserci un consistente calo di consensi per la lega di Salvini, con la conseguente messa in discussione della maggioranza del centrodestra.

Un’altro scenario possibile sarebbe il Premier giuseppe Conte come candidato Premier grillino o di un partito a se.
Siamo quasi sicuri che Zingaretti, il possibile candidato premier del PD difficilmente riuscirebbe ad erodere consensi alla Lega vista anche la differenza ideologica dell’ elettorato.
Ma chi sarà il candidato premier grillino? C’è solo un uomo che, come Salvini, nell’ ultimo anno ha raccolto consensi, fan, estimatori con una costanza sorprendente, la sua eleganza, la sua competenza e la sua cultura sono subito emersi dal primo giorno di Governo: Giuseppe Conte. E se i grillini riuscissero a convincerlo a candidarsi come Premier?
Conte potrebbe rappresentare un vero pericolo per la Lega e per tutto il centrodestra, anche se non riuscisse a riportare i grillini agli albori di un anno fa, potrebbe erodere sufficienti consensi ai leghisti tali da non far raggiungere la maggioranza al centrodestra.

A quel punto, anche dopo elezioni nessuno avrà maggioranza e inizierà la solita litania delle consultazioni, Salvini dovrà trovare, seppur piccolo, un pezzo da un altro partito per comporre il suo governo a trazione leghista, con la differenza che quel giorno avrà un nemico in più: l’M5S. Il centrodestra sarà costretto ad allearsi col PD?

Voto anticipato: libri

I libri relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →

Leggi anche:Cosa ne pensi di questo articolo? Esprimi il tuo voto da 1 a 5 cliccando sulle stelle e condividi il contenuto in modo che anche i tuoi amici possano leggere queste informazioni. Grazie!
Salvini riuscirà a prendere il potere assoluto? Ecco tutte le grane che potrebbe avere il capo del carroccio
3.7 (74.07%) 27 votes


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: