Ucciso l’eremita ambientalista che combatteva contro il disboscamento.Aveva rinunciato al caos per vivere felice nei boschi

Mauro Pretto.L' eremita ambientalista ucciso a fucilate nel vicentino

Aveva fatto della libertà la sua ragione e dell’ ambiente un “dono prezioso” da difendere e preservare.Mauro Pretto l’eremita ambientalista assassinato a fucilate.


Mauro Pretto aveva 47 anni, ed aveva fatto della  la sua ragione e dell’ ambiente un “dono prezioso” da difendere e preservare.

Mauro infatti da diversi anni aveva deciso di fare l’eremita, abitava in una casa sperduta in una valle del vicentino, lontano dal caos urbano, nella pace e la tranquillità che rende liberi.

Per mauro la solitudine era una vera e propria necessità, si era isolato per sentirsi libero. Scendeva infatti in città solo per fare lavori brevi e saltuari che gli permettevano di comperarsi il necessario per vivere: giardiniere, taglialegna, falegname a domicilio.

A Mauro non interessava il posto fisso, a lui piaceva vivere alla giornata, ma senza chiedere niente a nessuno, procurandosi con le sue forze giorno per giorno il necessario. Un uomo libero in tutto e per tutto un uomo fuori dal sistema, una lampante dimostrazione di come si può vivere liberi fuori dagli “schemi”.

Mauro, nonostante era sì un eremita, ma molto attivo nella vita sociale, aveva infatti diversi amici. L’amico in lacrime che lo ha trovato morto a terra ha raccontato di quando era malato e faceva la chemio, aveva perso tutti i capelli, e il suo amico eremita avendolo visto piangere disperato, aveva deciso di ritornare a trovarlo il giorno seguente con i capelli rasati per farlo sorridere e non farlo sentire diverso.

Mauro era noto nel vicentino per la sua attività ambientalista, amava alla follia animali ed ambiente, era sempre presente in prima linea quando si dovevano difendere i boschi dalla deforestazione e cementificazione.

Ucciso da un conoscente

Mauro è stato ucciso a fucilate da qualcuno che conosceva, con l’inganno, dopo aver aperto la porta all’ assassino.

Che fastidio poteva dare un eremita che aveva deciso di rinunciare alla vita imposta dal sistema per andare a vivere in libertà e solitudine?
Forse è stato ucciso per le sue agguerrite lotte ambientaliste?
Forse perchè era l’esempio lampante di come si può vivere da persone libere, liberi dall’ opprimente schiavismo sociale?

Una cosa è certa, la libertà è la minaccia più grande per le elite, la libertà fa paura perchè ci porterebbe fuori da un progetto di schiavitù iniziato dal dopoguerra. Se tutti ci liberassimo dallo schiavismo sociale sarebbe la fine per chi vuole distruggere l’umanità.
Copyrighted.com Registered & Protected QO3Y-PQNH-TTKR-05XN

LEGGI ANCHE:

Desideri ricevere i nostri articoli tramite Email? ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
Desideri inviarci una segnalazione? CONTATTACI

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Aggiungi un commento con il tuo profilo Facebook,Google+ o anonimo

Loading Facebook Comments ...

2 thoughts on “Ucciso l’eremita ambientalista che combatteva contro il disboscamento.Aveva rinunciato al caos per vivere felice nei boschi

  1. Pingback: Ucciso l’eremita ambientalista che combatteva contro il disboscamento. Aveva rinunciato al caos per vivere felice nei boschi

  2. Pingback: Ucciso l’eremita ambientalista che combatteva contro il disboscamento.Aveva rinunciato al caos per vivere felice nei boschi |

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

DISCLAIMER
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. LEGGI DI PIU'
COOKIE POLICY
Navigando questo sito accetti l'uso di Cookies e altri sistemi funzionali all'analisi del traffico e al funzionamento del sito web, puoi negare il consenso tramite le impostazioni del tuo browser. LEGGI DI PIU'
INFORMATIVA SULLA PRIVACY
Privacy Policy
CONTATTACI
Desideri inviarci una segnalazione? Contattaci tramite il nostro modulo di contatto diretto