La legge italiana che obbliga a piantare un albero in città per ogni nuovo nato, ma che nessuno rispetta

Esiste una legge bellissima in italia, la legge n°113 del 29 gennaio 1992, che obbliga ad ogni comune a piantare un albero per ogni nuovo nascituro.
legge n°113 del 29 gennaio 1992 obbliga di piantare una albero in città per ogni nascituro - Milano

Tutti conoscono l’importanza degli alberi e delle piante nelle città e non solo. Oltre a migliorare la qualità dell’ aria che respiriamo in quanto assorbono anidride carbonica producendo ossigeno, riducono lo smog e abbassano le temperature nelle estati torride per via dell’ ombra che trasmettono sulle strade urbane e sui marciapiedi, rendendo più vivibili le città in questo periodo. Oltre a tutto ciò migliorano anche l’aspetto di tali centri urbani, rendendo appetibili e vivibili anche zone colpite da un certo degrado, donandole un aspetto meno cupo.

In Italia siamo abituati a vedere città sempre meno verdi per via dell’ incessante cementificazione, ogni spazio viene cementificato per offrire un servizio da cui si può trarre profitto. II denaro è al di sopra di tutto, peccato che gli alberi forniscono solo l’aria che respiriamo e migliorano l’ambiente che frequentiamo….Se ogni albero producesse segnale wifi vedremmo città completamente verdi con una media di un albero per ogni edificio…Questa è la società moderna, ma non è tutto.

In Italia esiste una legge approvata quasi trent’anni fa che se fosse stata applicata alla lettera da allora, avremmo oggi città verdi piene di alberi, molto più belle e vivibili, con aria più pulita e meno smog. Stiamo parlando della legge Cossiga-Andreotti n°113 del 29 gennaio 1992, la quale obbliga ad ogni comune con una popolazione superiore a 15 mila abitanti, a piantare un albero per ogni nuovo nato.

loading...

Come si evince dalla Gazzetta Ufficiale tale legge nell’ Art.1 recita:

<<In attuazione degli indirizzi definiti nel piano forestale
nazionale, i comuni provvedono, entro dodici mesi dalla registrazione
anagrafica di ogni neonato residente, a porre a dimora un albero nel
territorio comunale.
L’ufficio anagrafico comunale registra sul certificato di
nascita, entro quindici mesi dall’iscrizione anagrafica, il luogo
esatto dove tale albero e’ stato piantato.>>.

Ma come buona parte delle leggi italiane, mancano le sanzioni nel caso queste non vengano applicate, e questa non fa eccezione. Molti comuni hanno avallato questa norma proprio perchè c’è la mancanza di una vera e propria sanzione a riguardo.

Provate solo ad immaginare se nella vostra città (se superiore ai 15mila abitanti), dal lontano 1992 fosse stata applicata alla lettera questa legge. Oggi avrebbe un aspetto e una vivibilità completamente diversa. In Italia le leggi ci sono, la differenza tra il nostro paese e gli altri sta nel far applicare tali leggi, e nell’ etica morale della popolazione. Molto spesso il problema siamo noi, abbiamo bisogno di una sanzione che ci induce (forse) a farci rispettare una regola, nemmeno se questa rappresenta un bene per l’ambiente in cui viviamo.

Ma nell’ ultimo periodo, il governo M5s- Lega ormai caduto, aveva presentato in Senato un nuovo disegno di legge (disegno di legge n° 549/2018) che proponeva una modifica della legge n°113 del 29 gennaio 1992, con lo scopo di estendere l’obbligo della piantagione di un albero per ogni nuovo nato ad i comuni con una popolazione superiore ai 5 mila abitanti. Inoltre il disegno di legge prevede la piantagione di un albero anche per ogni cittadino che perde la vita prima dei 50 anni di età.
Resta solo da sperare che questo disegno possa diventare legge a tutti gli effetti con il nuovo governo, e che ci siano massicci controlli sui comuni tenuti ad applicare questa norma.

Eri a conoscenza di questa legge? Cosa ne pensi? Il tuo comune di residenza la sta applicando? Se il tuo comune supera i 15 mila abitanti, e non è abbastanza verde come dovrebbe, chiedi il rispetto di questa legge all’ amministrazione. Fallo per te, per i tuoi figli e per i tuoi concittadini!

loading...

Legge: libri

I libri relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →

Leggi anche:Cosa ne pensi di questo articolo? Esprimi il tuo voto da 1 a 5 cliccando sulle stelle e condividi il contenuto in modo che anche i tuoi amici possano leggere queste informazioni. Grazie!
La legge italiana che obbliga a piantare un albero in città per ogni nuovo nato, ma che nessuno rispetta
4 (80%) 1 vote


Condividi su


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
Loading...