Report: L’ inchiesta sugli allevamenti Amadori. Il video shock

inchiesta report allevamenti suini amadori

L’azienda Amadori aveva risposto”NO” alla richiesta di “Report” di visitare alcune loro strutture, ma gli inviati hanno fatto irruzione di notte e……

Ciò che hanno trovato gli inviati di Report in un allevamento Amadori è davvero sconcertante, e lascia senza parole. Essi sono stati costretti a fare una irruzione notturna in una delle strutture di allevamento intensivo Amadori dopo essersi visti rifiutare dall’ azienda la richiesta di visita fatta dalla trasmissione condotta dalla Gabanelli. La segnalazione è partita dall’ associazione “essere animali”, la quale ha spinto Report ad indagare sulle condizioni degli allevamenti intensivi Amadori.

Il risultato è sconcertante, suini malati che vivono invasi dai topi in uno spazio vitale di poco più di un metro quadrato per ciascuno, polli che si reggono a fatica sulle zampe ecc. Vengono rinvenuti in un secchio della spazzatura anche una moltitudine di antibiotici che vengono somministrati agli animali, i quali  finiscono successivamente sulle nostre tavole…

Infatti, come specificato nel video seguente, l’allevamento di animali made in Italy formato in media da 30milioni di animali, consuma ben 1300 tonnellate di antibiotici, uno dei consumi più elevati d’Europa, che genera un giro d’affari di 32 miliardi di €, senza contare gli introiti delle case farmaceutiche.

Assumiamo antibiotici anche quando mangiamo, in quanto finiscono quindi sulle nostre tavole carni di animali imbottiti di medicine, spesso malati e vissuti in condizioni assurde. Forse anche per questo, molti farmaci non producono più lo stesso effetto sull’ organismo sulla cura delle infezioni più comuni, e bisogna passare ad altro. Il tutto giova sempre e comunque alle lobby del farmaco.

Loading...

Condividi su


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

DISCLAIMER
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. LEGGI DI PIU'
COOKIE POLICY
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca quì
INFORMATIVA SULLA PRIVACY
Privacy Policy
CONTATTACI
Desideri inviarci una segnalazione? Contattaci su [email protected] LEGGI DI PIU'