Assad : “L’ Europa ha venduto i suoi principi in cambio dei petrodollari”

Assad Europa ha venduto i suoi principi

Parole durissime di Assad verso l’occidente in un’intervista rilasciata al giornale austriaco Die Presse:”L’Europa ha venduto i suoi principi  in cambio dei petrodollari”.

Il presidente siriano considera essenziale l’impegno da parte dell’Europa nel conflitto che sta dissanguando il paese per evitare l’ulteriore diffusione del terrorismo proveniente da paesi che ancora lo finanziano.

In un’intervista rilasciata al giornale austriaco Die Presse, il presidente siriano Bashar al-Assad ha espresso il suo disaccordo con la posizione dell’Occidente in materia di lotta al terrorismo, che ha descritto come “inutile e irrealistica”. Inoltre, ha assicurato che la lotta non dovrebbe essere diretta soltanto contro l’Isis, ma dovrebbe colpire altri gruppi di questo tipo.

«Abbiamo combattuto il terrorismo sin dall’inizio. Prima che ci fosse il Fronte Al Nusra e molti altri terroristi, che l’Occidente non ha combattuto. Voi sapete che la lotta al terrorismo deve essere ferma e permanente fin dall’inizio. È il solo modo per poter essere alleati. La politica occidentale nei confronti di questo problema non è oggettiva, non è realistico e al momento non è molto produttivo, al contrario, è controproducente», ha spiegato Assad.

Il presidente ha anche respinto l’ipotesi di chi sostiene che il suo paese esporta il terrorismo e ha replicato che paesi come la Turchia, Qatar, Arabia Saudita anche l’Europa, sono diventati un covo di terroristi: «Gli europei hanno venduto i loro principi in cambio dei petrodollari consentendo la diffusione delle ideologie wahhabite e ai cittadini stranieri di entrare in Siria per poi tornare a casa loro e commettere atti come quelli di Parigi», ha aggiunto.

Inoltre, il leader siriano ritiene che se i paesi coinvolti si impegnassero a intraprendere azioni concrete, la crisi potrebbe essere risolta entro un anno, dal momento che, secondo lui, la situazione continuerà a peggiorare se si continua a sostenere i terroristi. «I paesi coinvolti considerano una decisione politica, solo quando si tratta di rovesciare il governo e il suo presidente, di conseguenza, tutto rimarrà lo stesso», ha concluso.

Tratto da: lantidiplomatico.it

LEGGI ANCHE:

Desideri ricevere i nostri articoli tramite Email? ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
Desideri inviarci una segnalazione? CONTATTACI

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Aggiungi un commento con il tuo profilo Facebook,Google+ o anonimo

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

DISCLAIMER
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. LEGGI DI PIU'
COOKIE POLICY
Navigando questo sito accetti l'uso di Cookies e altri sistemi funzionali all'analisi del traffico e al funzionamento del sito web, puoi negare il consenso tramite le impostazioni del tuo browser. LEGGI DI PIU'
INFORMATIVA SULLA PRIVACY
Privacy Policy
CONTATTACI
Desideri inviarci una segnalazione? Contattaci tramite il nostro modulo di contatto diretto