In Brasile una coppia pianta 2milioni di alberi in 20 anni trasformando una zona arida in una foresta piena di fauna

In Brasile un fotografo e sua moglie piantano 2 milioni di alberi in 20 anni per ripristinare una foresta distrutta. Ora sorge una foresta rigogliosa piena di animali.
fattoria Bulcão di Aimorés, nello stato brasiliano di Minas Gerais differenze

Secondo l’ Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura , 129 milioni di ettari di foresta, un’area quasi equivalente per dimensioni al Sudafrica, sono stati persi dalla Terra per sempre dal 1990. Ogni anno la Terra perde in media una foresta equivalente all’ area dello stato del Panama.
Con le massicce emissioni di CO2 (anidride carbonica) praticate dall’ uomo nell’ atmosfera, e la deforestazione continua ed incessante, il nostro pianeta sta andando verso un irreversibile aumento dei gas serra che provoca il riscaldamento globale con conseguenti cambiamenti climatici.

Non dimentichiamoci che gli unici esseri viventi capaci di assorbire CO2 per trasformarla in ossigeno sono le piante. Se si emette sempre più CO2 e contemporaneamente aumenta il fenomeno della deforestazione, il nostro pianeta appare spacciato! E’ solo questione di tempo.
Per non parlare poi dei danni che la deforestazione provoca a molti animali, i quali perdono il loro habitat ed alcune specie si avviano addirittura verso l’estinzione.

Ti è mai capitato di passare in una zona dopo 10 o 15 anni e notare come quel posto rigoglioso sia diventato una zona quasi desertica senza ne flora ne fauna?
Oppure di dover abbandonare la terra d’infanzia per motivi di lavoro, per poi tornarci dopo anni e scoprire che il verde non esiste quasi più?
Questo è ciò che è accaduto al pluripremiato fotoreporter Sebastião Ribeiro Salgado, costretto a lasciare la sua casa natale negli anni 90, la fattoria Bulcão di Aimorés, nello stato brasiliano di Minas Gerais, per andare a riprendere il genocidio in Ruanda.
Al suo ritorno, è rimasto sconvolto quando ha visto la devastazione che aveva avuto luogo nella sua terra d’infanzia. Il Minas Gerais, la sua casa, che un tempo era un paradiso di foreste tropicali, si era trasformato in una terra sterile senza alberi e senza fauna selvatica.

loading...
la fattoria Bulcão di Aimorés, nello stato brasiliano di Minas Gerais deserta

Crediti immagine: Sebastião Salgado

Quindi cosa fare di fronte a una carneficina ambientale così massiccia?
Il fotografo brasiliano Sebastião Salgado e sua moglie Lélia Deluiz Wanick Salgado hanno deciso di mostrare come un piccolo gruppo di persone appassionate e dedite può fare la differenza, invertendo la rotta della deforestazione e iniziando il processo di rimboschimento.

Sebastião Salgado e sua moglie Lélia Deluiz Wanick Salgado

Crediti immagine: Ricaro Beliel

La terra era malata come me: tutto è stato distrutto“, ha detto Salgado al The Guardian nel 2015. “Solo circa lo 0,5% della terra era coperta da alberi. Poi mia moglie ha avuto un’idea favolosa per ripiantare questa foresta. E quando abbiamo iniziato a farlo, tutti gli insetti, gli uccelli e i pesci sono tornati e, grazie a questo aumento degli alberi, anche io sono rinato – questo è stato il momento più importante.

Insieme, Sebastião e Lélia hanno fondato l’ Instituto Terra , una piccola organizzazione che da allora ha piantato 4 milioni di alberelli e ha riportato in vita la foresta.

Crediti immagine: institutoterra

La prima semina fù fatta nel dicembre 1999 e prosegue ininterrotta fino ad oggi. Dato che avevano il motivo di ripristinare la foresta pluviale com’era un tempo, Salgado ha chiarito in particolare che gli alberi che erano stati ripiantati dovevano essere nativi di quel posto. Aveva osservato che se gli alberi non erano nativi del luogo, la fauna selvatica nativa non vi sarebbe ritornata, creando una foresta un tempo rumorosa, per sempre silenziosa. Per questo hanno piantato oltre due milioni di piantine di 290 specie di alberi nativi del luogo, e il risultato è stato fantastico!

Crediti immagine: Weverson Rocio

Grqazie al processo di reimpianto, è stato possibile arrestare l’erosione del suolo e, di conseguenza, le risorse idriche presenti nella fattoria vengono lentamente reintegrate. Stanno tornando al puro stato di qualità e quantità in cui si trovavano una volta. Le otto sorgenti naturali che la foresta ospitava sono tornate e stanno scorrendo alla velocità di 20 litri al minuto. Inoltre, il più emozionante di tutti gli sviluppi è il ritorno della fauna.

Sono tornate 172 specie di uccelli, di cui 6 sono già in pericolo di estinzione, 33 specie di mammiferi, due delle quali vulnerabili e in procinto di estinguersi in tutto il mondo.
C’è stato inoltre un ritorno di 293 specie di piante, 15 specie di rettili e 15 specie di anfibi.

loading...

Madre Natura è un’anima resistente che troverà sempre il modo di riprendersi, date le giuste condizioni. Salgado e la moglie ce lo hanno dimostrato, ora sta a noi fare qualcosa per fare la differenza..
Non dimentichiamo:  i cambiamenti climatici si verificano a causa dell’anidride carbonica e c’è solo una soluzione per ridurla: piantare più alberi! Sono gli unici esseri che assorbono l’anidride carbonica e la utilizzano bene. La domanda è: cosa stiamo facendo a riguardo?

Foresta: libri

I libri relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →

Leggi anche:Cosa ne pensi di questo articolo? Esprimi il tuo voto da 1 a 5 cliccando sulle stelle e condividi il contenuto in modo che anche i tuoi amici possano leggere queste informazioni. Grazie!
In Brasile una coppia pianta 2milioni di alberi in 20 anni trasformando una zona arida in una foresta piena di fauna
3.9 (77.78%) 9 votes


Condividi su


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
Loading...