ATTENZIONE alla truffa sulle carte di credito PostePay

truffa postepay

“Gentile cliente,a causa di un aggiornamento, abbiamo dovuto sospendere i pagamenti con la tua carta di credito”.Questa la mail truffa che sta mietendo vittime in Italia, tutti possessori di carte di credito PostePay.

Sta arrivando a molti una mail ingannevole, che riporta in alto il logo ufficiale di Poste Italiane con mittente “Poste Italiane S.p.A ([email protected])”, la quale ha tutte le sembianze di una comunicazione ufficiale da parte delle Poste.

Essa è rivolta ai possessori di carte di credito PostePay, e li avvisa riguardo una presunta sospensione dei pagamenti “a causa di un aggiornamento”, invitandoli a confermare la loro identità entro 24 ore dalla ricezione della mail. Il testo riportato è il seguente:

Il messaggio

Gentile cliente,
 
A causa di un aggiornamento, abbiamo dovuto sospendere i pagamenti con la tua carta di credito.
Prima che riabilitiamo l’uso della tua carta di credito abbiamo bisogno che ci confermi la tua identità compilando una serie di dati già inseriti nel nostro database al momento della tua registrazione sul portale PostePay.
 
Ti ricordiamo che non potrai più effettuare dei pagamenti con la tua carta di credito se questa verifica non viene eseguita entro 24 ore dalla sua ricezione. 
 
Per eseguire subito la verifica dei dati, Clicca qui e seguire le istruzioni: https://poste.it/private/posteitaliane/verifica-identita.it
 
Poste Italiane e costantemente impegnata a tutelare i dati dei clienti attraverso l’adozione dei piu moderni sistemi di sicurezza.
 

Link fasullo

Il link sopra riportato è solo una “maschera”, un eventuale click su di esso rimanda ad un altro link dove è presente un modulo da compilare, identico a quello ufficiale, per confermare la propria identità e i dati della PostePay.
Una volta compilato, gli hacker hanno in possesso tutti i dati per svuotare la carta di credito in questione in piena regola e non solo. Potranno infatti anche utilizzare tali dati per scopi pubblicitari.

E’ molto importante ignorare questa mail e informarsi direttamente alle Poste italiane riguardo la veridicità o meno della stessa.

Condividi su


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
Loading...

5 thoughts on “George Soros aveva avvertito: Facebook e Google saranno distrutti

  1. E terribile, ma molto probabile. Saranno le persone a chiederlo. Già ora le persone chiedono “più” sicurezza, a risposta di campagne terroristiche di un populismo rampante. Nei comuni attorno a me (Toscana) i sindaci si vantano dell’installazione di centinaia di videocamere, ed esortano i cittadini a diventare delatori di infrazioni,commesse da altri cittadini, piccole cose, spazzatura, parcheggi, ecc. Non rendendosi conto che tutto questo ha un costo economico e sociale. Il mondo si fa sempre più piccolo e chiuso, la differenza che in natura rappresenta un’opportunità. I nostri “politici” ci esortano a regolare, a controllare le “differenze” creando un sistema chiuso, dove ogni differenza o diversità, viene vista come minaccia. Ma il controllo della differenza della diversità, nella nostra società occidentale sarà la nostra fine. Chiuderemo sempre più le porte ai nostri sogni, al nostro bisogno di esplorare, conoscere, interagendo con la nostra empatia. Siamo solo il 20% dell’umanità sul pianeta e stiamo chiudendo le nostre vite, in un microcosmo piatto, sicuro e annoiato. La vita quella vera, la viviamo in rete, alla tv, nelle sale cinematografiche. Esorterei tutti a rileggere il libro di George Orwell 1984, sembrerebbe il manuale a cui si ispirano i governanti e i loro burocrati. Oggi non sono più “opinioni”, dove ognuno ha la sua. La tecnologia per meraviglioso motore dell’intelligenza umana, usata da burocrati e rampanti politici, può sortire l’effetto contrario, invece di offrire più opportunità all’uomo, per renderlo più libero. Innescherà una nuova barbarie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

DISCLAIMER
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. LEGGI DI PIU'
COOKIE POLICY
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca quì
INFORMATIVA SULLA PRIVACY
Privacy Policy
CONTATTACI
Desideri inviarci una segnalazione? Contattaci su [email protected] LEGGI DI PIU'