Non votare è come mettere la testa nella sabbia.Ma attenzione ,il “culo” resta fuori

non votare

L’astensionismo dilaga ad ogni elezione come giusta forma di protesta,ma serve davvero non votare?NO!Si fa inconsapevolmente il loro gioco.Ecco perchè

Sempre più italiani disertano le urne. In varie tornate elettorali amministrative degli ultimi anni – dalla Sicilia all’Emilia Romagna – ha addirittura superato la soglia della maggioranza assoluta.

L’astensionismo è alquanto inutile se fatto per protesta. In Italia non abbiamo infatti soglie minime di votanti richiesti se non per i referendum. Tutto è conteggiato sui votanti effettivi e non sugli aventi diritto al voto. Quindi il vostro non-voto diventa semplicemente un vantaggio per partiti che non votereste nemmeno a pagamento.
Quindi in pratica se vanno a votare solo pochissimi disonesti,vinceranno i disonesti anche con una bassissima percentuale di preferenze….Vogliamo fare il loro gioco?Vogliamo rendergli la vita ancora più facile sulle nostre spalle?

In più il non votare è spesso dovuto alla pigrizia d’informarsi più che da vere motivazioni. Ho infatti spesso riscontrato parecchia ignoranza, politicamente parlando, da parte di chi dice frasi come “non voto perché sono tutti uguali” dimostrando poi, nelle parole e nei fatti, un reale disinteresse a quello che è il diritto/dovere principale per essere considerati cittadini italiani. Anche se non metto in dubbio che ci sia chi ha valide motivazioni personali su tale linea di pensiero.

L’altra grossa cavolata è quella dell’astensionismo attivo come vera forma di lotta al voto. Questo consiste nel presentarsi al seggio, registrarsi come votante e poi dichiarare di non voler esercitare il proprio diritto al voto, con la possibilità di far scrivere sul registro le proprie motivazioni. Anche in questo caso non accadrebbe nulla di particolare, anche se a farlo fosse la maggioranza degli italiani. Questo è però, indubbiamente, il modo migliore di mettere in chiaro la nostra volontà di non esprimere una preferenza.

C’è però da dire che, votando scheda bianca o decidendo di non votare, si esprime comunque una chiara volontà di non voler esprimere il proprio voto. Annullare una scheda, invece, non sortisce nessun effetto, il vostro voto sarà pari a quello di chi sbaglia materialmente ad esprimere una preferenza, a un errore quindi, più che a un chiaro segno di dissenso.

Il non presentarsi alle urne è ancora più menefreghistico e, a livello civile, quasi incoscente. Non scegliere chi ci goverane e prenderà decisioni che influiranno sulla tua vita è quasi da pazzi. Anche perchè si rinuncia a quel diritto fondamentale per cui uomini e popoli si battono da tempo e per cui si sarebbe disposti a morire: la libertà. Ricordate che voiamo perchè siamo liberi di farlo. Da noi è considerato un diritto, ma in molte parti del mondo, e soprattutto in passato, era considerato un privilegio. Non sprecatelo.

In periodi di grande difficoltà e cambiamento, sia sul piano civile che economico, forse la cosa migliore da fare è informarsi seriamente e scegliere chi votare.

E voi come la pensate? Dite la vostra nei commenti

Fonti : http://tv.ilfattoquotidiano.it/2015/05/18/elezioni-regionali-lastensionismo-dilaga-ma-non-voto-serve-davvero-vox-e-sondaggio/372556/

https://dacygu.wordpress.com/tag/legge-calderoli/

Condividi su

Seguici sui social

LEGGI ANCHE:
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
Loading...
DISCLAIMER
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. LEGGI DI PIU'
COOKIE POLICY
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca quì
INFORMATIVA SULLA PRIVACY
Privacy Policy
CONTATTACI
Desideri inviarci una segnalazione? Contattaci su [email protected]