Argentina: Anziano shock! Ho 128 anni e sono Adolf Hitler

Herman-Guntherberg-e-Adolf-Hitler

Il suo nome “di facciata” è Herman Guntherberg, ha 128 anni, è un immigrato tedesco in Argentina, vive a Salta dal dopoguerra. Rivela al mondo di essere Adolf Hitler.

Da solo un trentennio è stato scoperta con certezza, da diversi ex agenti CIA ed investigatori, anche dell’ONU, l’esistenza di documenti che proverebbero la fuga in Sud America di decine di ufficiali nazisti della SS e alcuni capi della gestapo, sotto falso nome, poco prima della fine e subito dopo il secondo conflitto mondiale.

Herman Guntherberg, un anziano immigrato tedesco di 128 anni, in un’intervista rilasciata a El Patriota, dichiara apertamente che tra questi fuggitivi nazisti c’era il più feroce dittatore di tutti i tempi, Adolf Hitler. Il dittatore è lui in persona, arrivato in Argentina col nome di Herman Guntherberg, grazie ad un passaporto falso realizzato dalla Gestapo, la polizia segreta della Germania nazista.

Risultati immagini per Herman Guntherberg

loading...

La sua dichiarazione shock è rafforzata dal fatto che,  nel 2009 il cranio ritenuto per 50 anni appartenere al Fuhrer, conservato al museo della guerra di Mosca, fu sottoposto al test del DNA e risultò appartenere ad una donna di circa 40 anni.

E alla domanda : “come mai si è dichiarato solo adesso alla stampa?”

Ha risposto : ” Ho deciso di uscire allo scoperto solo adesso perchè l’anno scorso i servizi segreti israeliani hanno deciso di voler abbandonare la politica di persecuzione nei confronti degli ufficiali nazisti.

Mi hanno accusato di molti crimini che non ho mai commesso- per questo, ho dovuto passare più della metà della mia vita nascosto, quindi ho già avuto la mia punizione“.

L’ autobiografia di Adolf Hitler in arte Herman Guntherberg

Herman ha anche dichiarato di aver scritto lui stesso , Adolf Hitler, in tutti questi anni di letargo, una autobiografia contenente tutta la verità, che a suo dire, cambierà il modo di come la gente lo percepisce. Il libro uscirà a settembre.

loading...

Molti, specie nel suo paese non credono alla sua versione, in quanto stiamo parlando comunque di un anziano di 128 anni da due anni affetto da alzheimer.

Nemmeno sua moglie Angela Martinez,che ha 55 anni, meno della metà deli anni di suo marito, la quale è fermamente convinta che Herman sia un ufficiale nazista fuggito, ma non crede, o perlomeno non riesce a credere che possa essere Hitler in persona.

Angela ha spiegato che suo marito ha iniziato a parlare di questa storia negli ultimi due anni, non appena affetto dalla demenza senile: “spesso perde la lucidità, va in uno stato di trance, non ricorda dove si trova ed inizia a parlare di ebrei e demoni, per poi ritornare alla normalità“.

Tutta questa storia resta avvolta nel mistero, resta solo da attendere l’uscita dell’ autobiografia del presunto Adolf Hitler (se la faranno uscire) per cercare di trarre qualche conclusione.
Una cosa è certa, se fosse dimostrato che quest’ uomo è realmente il più criminale dittatore della storia, la stampa internazionale se ne starebbe sicuramente in silenzio.
In tal caso, solo il sapere che un criminale che ha fatto trucidare milioni di uomini donne e bambini, abbia avuto la possibilità di rifarsi una nuova vita, una nuova moglie, e che possa essere ancora vivo fino a raggiungere l’età di 128 anni, fa elevare l’indignazione alle stelle, sia perchè il suo cuore batte ancora, sia per la presa in giro che la storia ci avrebbe propinato per oltre 70 anni.

Copyrighted.com Registered & Protected PQPF-DZJK-ACRI-WZAB

Adolf hitler: libri

I libri relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →

Leggi anche:Cosa ne pensi di questo articolo? Esprimi il tuo voto da 1 a 5 cliccando sulle stelle e condividi il contenuto in modo che anche i tuoi amici possano leggere queste informazioni. Grazie!
Vota questo post


Condividi su


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
Loading...