“Ci assumono solo se votiamo NCD”.Lo scandalo che sta sconvolgendo il partito di Alfano

assunzioni in cambio di voti ncd

Assunzioni in cambio di voti al Cara di Mineo, considerata la depéndance siciliana di Mafia Capitale che accoglie gli immigrati.Lo scandalo NCD.

Il Cara di Mineo in provincia di Catania è un’area composta da quattrocento villette a schiera recintate da filo spinato, che avrebbero dovuto ospitare i militari della base americana di Sigonella, e che invece ora sono la casa per circa 4000 migranti.

Il Cara di Mineo è da sempre al centro di polemiche e scandali (mafia capitale), ed è proprio quì che il  business che ruota attorno all’accoglienza degli immigrati si colora di un nuovo particolare: assunzioni in cambio di voti all’ NCD, il partito di Angelino Alfano e non solo.

Come riportato dal quotidiano locale LaSicilia, secondo le indagini della procura di Catania, sul bando di gara per la gestione del Cara sarebbe emersa una “spregiudicata gestione dei posti di lavoro per l’illecita acquisizione di consenso elettorale”.
In pratica in cambio di un lavoro o del mantenimento dello stesso, sarebbe stato chiesto (senza obbligo) ai dipendenti della coop che gestiva il Cara di iscriversi a Ncd, di votare i candidati locali e partecipare attivamente alle campagne elettorali.

A finire sotto accusa sono tre persone: Paolo Ragusa, (ex presidente della coop che gestisce il Cara), Giuseppe Castiglione e Anna Aloisi, rispettivamente sottosegretario sindaco di Mineo.

Gli inquirenti si sono basati sulle stesse testimonianze dei dipendenti della coop. Come riportato da il Fatto Quotidiano, alcuni hanno anche ammesso di essere stati assunti fino alla fine del periodo elettorale, altri di essere stati licenziati perché non partecipavano alla campagna elettorale, altri ancora di essere stati impiegati nell’ apertura di circoli dell’ NCD, dove poi vi si iscrivevano i dipendenti della cooperativa (per cuieto vivere).
Clicca su MI PIACE per seguirci su Facebook

Un vero e proprio ricatto sia ai danni dei dipendenti della coop, pena la perdita del posto di lavoro, sia ai danni di chi voleva entrare a lavorare, pena la non assunzione nella cooperativa.

Vere e proprie accuse di voto di scambio pesano sul partito di Alfano ma non solo, infatti tali accuse riguarderebbero le campagne elettorali del Pdl nel 2013 (Politiche), di Ncd nel 2014 (Europee) e della lista civica Uniti per Mineo nel 2013 (Amministrative).

Vuoi inviarci una segnalazione relativa a questo articolo? Clicca quì per Contattarci


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
loading...

Vuoi ricevere le nostre news tramite Email?Iscriviti alla nostra

Aggiungi un commento con il tuo profilo Facebook,Google+ o anonimo

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.