Il padre del piccolo Omran: ” i ribelli mi offrirono soldi per diffamare Assad”

Il padre del piccolo Omran: " i ribelli mi offrirono soldi per diffamare Assad"

Ricordate il piccolo Omran, il bambino salvato dalle macerie durante la battaglia per liberare Aleppo? Il padre dopo mesi rompe il silenzio e fa una scottante dichiarazione.

Omran, mostrato dai media come il simbolo della battaglia per la liberazione di Aleppo sta bene, vive con la sua famiglia ad Aleppo nel quartiere Suleiman al-Halabi. La sua foto con quel faccino insanguinato fece il giro del web. Venne salvato dai caschi bianchi dopo un “presunto” bombardamento siriano. Venne letteralmente strumentalizzato ed usato  per accusare il governo siriano ed il “dittatore sanguinario” Assad. Il capo siriano venne addirittura etichettato come un criminale incapace di avere pietà nemmeno di fronte ai bambini.

Kinana Allouche, giornalista della Tv al-Mayadeen è andata ad intervistare la famiglia di Omran, e dopo aver parlato con il papà scrive:

«Omran Daqnish, che è stato falsamente dipinto come un bambino colpito dall’esercito siriano ora vive in Siria con il suo esercito, il suo leader e la sua gente».

DI SEGUITO VI MOSTRIAMO L’INTERVISTA ORIGINALE DELLA GIORNALISTA AL PAPA’ DI OMRAN, IN UN VIDEO PUBBLICATO DA LEI STESSA SU FACEBOOK.

Il padre nell’ intervista afferma che i “ribelli” gli avevano offerto denaro per diffamare il governo siriano usando Omran, suo figlio, il quale, a suo dire, non era stato nemmeno vittima di “fuoco governativo”.
Inoltre, ha denunciato la speculazione mediatica fatta sulla pelle del suo bambino.

Saranno vere le affermazioni del padre di Omran? Oppure, come scrive il “Telegraph online”, è stato costretto dal regime a rilasciare tale intervista?
Una cosa è certa, ognuno “tira l’acqua al proprio mulino”, la giornalista che ha fatto l’intervista è filo Assad, il Telegraph online è anti Assad. Per una vera informazione si avrebbe bisogno di un giornalismo imparziale, il quale sembra essere praticamente MORTO E SEPOLTO nel mondo occidentale.

La cosa più importante è che Omran, questo bambino colpito, strumentalizzato, e strattonato tra filo e anti governativi, ora sta bene e vive tranquillamente con la sua famiglia.
omran 2
Copyrighted.com Registered & Protected AJ1Z-O38P-WDKG-GUJE

LEGGI ANCHE:

Desideri ricevere i nostri articoli tramite Email? ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
Desideri inviarci una segnalazione? CONTATTACI

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
loading...

Aggiungi un commento con il tuo profilo Facebook,Google+ o anonimo

Loading Facebook Comments ...

One thought on “Il padre del piccolo Omran: ” i ribelli mi offrirono soldi per diffamare Assad”

  1. Pingback: Il padre del piccolo Omran: ” i ribelli mi offrirono soldi per diffamare Assad” |

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

DISCLAIMER
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. LEGGI DI PIU'
COOKIE POLICY
Navigando questo sito accetti l'uso di Cookies e altri sistemi funzionali all'analisi del traffico e al funzionamento del sito web, puoi negare il consenso tramite le impostazioni del tuo browser. LEGGI DI PIU'
INFORMATIVA SULLA PRIVACY
Privacy Policy
CONTATTACI
Desideri inviarci una segnalazione? Contattaci tramite il nostro modulo di contatto diretto